Isolamento termico

Saint-Gobain Weber offre una molteplicità di soluzioni per l'isolamento termico, per consentire a progettisti, maestranze e privati di scegliere quella più in linea con le proprie esigenze.

Il ventaglio di soluzioni per l'isolamento termico si compone di un intonaco termico e 12 tipologie di sistemi "a cappotto". Tali sistemi, che si differenziano in funzione della tipologia di pannello isolante, sono accomunati dal possesso di un requisito fondamentale: il soddisfacimento dei vincoli prestazionali prescritti dalle ETAG 004 (Linee Guida per la valutazione dei sistemi "a cappotto" al fine del rilascio della certificazione ETA). Tutti i sistemi d'isolamento termico a cappotto di Weber godono della denominazione WecoP (Weber comfort Proofs), in cui la parola Proofs (prove) si riferisce esattamente alle prove tecniche che i sistemi ed i singoli elementi devono superare secondo quanto previsto dalle ETAG 004.

I test di analisi dei WecoP sono stati condotti presso laboratori italiani e stranieri dotati di attrezzature tecnologicamente avanzate in grado di misurare e verificare con assoluto rigore scientifico le prestazioni di ogni singolo elemento funzionale che compone un sistema a cappotto WecoP ed il suo comportamento durante tutto il ciclo di vita.

Tutti i sistemi "a cappotto" weber.therm, messi in opera conformemente a quanto indicato nella relativa documentazione tecnica, godono della denominazione WecoP poiché sono stati valutati, in accordo a quanto previsto nelle ETAG004, rispetto alle seguenti prove:

  • reazione al fuoco
  • assorbimento d'acqua
  • comportamento igrotermico 
    (cicli caldo pioggia e caldo freddo)
  • comportamento al gelo/disgelo*
  • resistenza agli impatti
  • permeabilità al vapore d'acqua
  • resistenza dell'adesione 
    (resistenza dell'adesione tra adesivo e supporto e resistenza dell'adesione dopo invecchiamento)
  • resistenza dei fissaggi 
    (test di spostamento e resistenza al carico del vento)
  • resistenza termica
  • resistenza dell'adesione dopo invecchiamento

È inoltre stata effettuata le valutazione sulle prestazioni dei singoli componenti:

  • prodotto isolante
    (reazione al fuoco, assorbimento d'acqua, adesioni, resistenza al taglio e modulo elastico)
  • sistema di intonaco
    (prova di trazione su strisce di intonaco)
  • tasselli
    (vedi "resistenza dei fissaggi" nelle prove di sistema)
  • armatura
    (resistenza allo strappo e all'allungamento)

I sistemi sono stati altresì sottoposti a test igrometrici al fine di valutarne l'invecchiamento. Il test è finalizzato a riprodurre le condizioni a cui sarà sottoposto il sistema in un periodo di 25÷30 anni ed il mantenimento delle prestazioni, in accordo con quanto previsto nelle ETAG004.

* non necessario poiché l'assorbimento d'acqua dei sistemi è risultato essere inferiore a 0,5 kg/mq

MODALITA’ DI REALIZZAZIONE DEI TEST
- Realizzazione di un muro** atto a simulare la parete di un edificio (in cui si realizzano anche le finestre);


- Montaggio del sistema sul muro come da istruzioni indicate nei quaderni tecnici di ciascun sistema;
- Realizzazione di cicli “calore-pioggia” e “caldo-freddo” all’interno dell’impianto per l’invecchiamento;


- Analisi e valutazione dell’invecchiamento e del mantenimento delle prestazioni.
** Rispetto all’area complessiva del muro, l’invecchiamento viene eseguito su una porzione avente superficie pari a 5 m2(larghezza 2,50 m; altezza 2,00 m)

CICLI CALORE-PIOGGIA


N° di cicli realizzati: 80
Fase 1 riscaldamento nell’arco di un'ora fino a 70°C;
Fase 2 mantenimento a 70°C e 10÷15% di U.R. per due ore;
Fase 3 repentino raffreddamento tramite ciclo di pioggia battente, mantenimento della pioggia battente per 1 ora (quantità d’acqua 1 l/m² al minuto);
Fase 4 ciclo di asciugatura per due ore.

CICLI CALDO-FREDDO


N° di cicli realizzati: 5
Fase 1 riscaldamento nell’arco di un'ora fino a 50°C;
Fase 2 mantenimento a 50°c e 10% di U.R per sette ore;
Fase 3 raffreddamento fino a 20°C nell’arco di due ore tramite camera di raffreddamento;
Fase 4 mantenimento a -20°C per 14 ore.

Il superamento di tutti i test elencati consente pertanto di poter dichiarare che tutti i sistemi weber.therm approvati WecoP, soddisfano i requisiti richiesti dalla ETAG 004. Alcuni sistemi a cappotto weber.therm sono dotati anche della certificazione ETA, rilasciata dall’istituto ITC-CNR di Milano. Per i sistemi weber.therm tile e weber.therm robusto sono stati condotti tutti i test previsti dalle ETAG 004 compatibili con la tipologia costruttiva del sistema stesso (ad esempio, per il sistema weber.therm robusto non è possibile valutare l’adesione adesivo-sottofondo e adesivo-pannello in quanto il sistema costruttivo prevede che l’intonaco, sostitutivo dell’adesivo, sia svincolato al sottofondo tramite una rete in acciaio zincato a sua volta fissata con tasselli ad avvitamento).

PROVE DI ABBATTIMENTO ACUSTICO
Saint-Gobain Weber ha sottoposto due sistemi particolarmente performanti, entrambi con pannello in lana di vetro, anche ad una valutazione di abbattimento acustico, presso l’istituto Giordano. I test sono stati condotti adottando la seguente configurazione:
1. Sistema di isolamento esterno a cappotto weber.therm robusto universal con pannello isolante Isover Clima34 G3 – sp. 80 mm su parete di base costituita da mattoni forati sp. 12+8 cm (intercapedine d’aria sp. 6 cm)
2. Sistema di isolamento esterno a cappotto weber.therm comfort G3 con pannello isolante Isover Clima34 G3 – sp. 80 mm su parete di base costituita da mattoni forati sp. 12+8 cm (intercapedine d’aria sp. 6 cm)
3. Sistema di isolamento esterno a cappotto weber.therm comfort G3 con pannello isolante Isover Clima34 G3 – sp. 80 mm su parete di base costituita da termolaterizio sp. 25 cm
4. Sistema di isolamento esterno a cappotto weber.therm comfort G3 con pannello isolante Isover Capp8 G3 – sp. 80 mm su parete di base costituita da termolaterizio sp. 25 cm

NOTA: Il sistema weber.therm robusto universal è declinabile secondo diverse tipologie di finitura (pietre, ceramiche, rivestimenti e pitture); al fine di valutare il livello di abbattimento acustico minimo, è stata testata la soluzione acusticamente meno performante (rasatura + pittura).

Nella tabella sottostante viene riportato l’elenco dei sistemi “a cappotto” weber.therm in funzione della tipologia di pannello isolante e con indicazione delle relative certificazioni.
Per i dettagli dei singoli sistemi si rimanda alle relative schede tecniche.


I secondo la configurazione 4 II secondo la configurazione 2 III secondo la configurazione 3 IV secondo la configurazione 1