Facciata con vecchi plastici/mosaici

Introduzione

Plastici, mosaici, klinker e mattonelle sono stati per moltissimi anni una delle soluzioni più utilizzate in facciata, per la loro resistenza, durabilità e perché se ne apprezzava l’aspetto estetico. Attualmente si preferiscono finiture più fini e sono stati rivalutati i prodotti minerali per i vantaggi che offrono.

Intervento

Oggi è possibile rinnovare l’aspetto di una facciata senza demolire il rivestimento esistente, anche se inassorbente.

È necessario verificare che il supporto sia privo di parti incoerenti o danneggiate e che il rivestimento sia in ogni punto aderente al supporto. Eventuali parti inconsistenti o distaccate vanno rimosse anche tramite l’impiego di sverniciatori (tipo weber.klin S). Dopo aver inumidito la superfice da trattare, si può direttamente rasare tramite l’impiego di weber.cem RA30. È sempre consigliabile l’inserimento di una rete sottile, tipo cappotto, tra la prima e la seconda mano di weber.cem RA30.

E’ possibile decorare weber.cem RA30, previo utilizzo di apposito primer, con le pitture e rivestimenti colorati delle seguenti gamme: weber.cote silicacover, weber.cote mineralcover, weber.cote siloxcover, weber.cote acrylcover.

Facciata con vecchi plastici/mosaici

_Facciata con vecchi plastici/mosaici

weber.cem RA30
rasante universale cementizio
webercemra30
weber.therm RE160
rete di armatura in fibra di vetro alcali specifica
weberthermre160